FISIOPATOLOGIA DELL’OSAS

Anche se non è del tutto chiarita la causa dell’ostruzione faringea durante il sonno, sappiamo però che nei pz affetti da OSAS è costantemente presente una ristrettezza delle prime vie aeree (dal naso alla laringe). In alcuni soggetti si arriva, per il sommarsi di fattori anatomici (ridotto calibro delle prime vie aeree) e funzionali (ridotta attività della muscolatura linguale e faringea durante il sonno) ad uno squilibrio delle forze che entrano in gioco nel determinare la pervietà della faringe durante il sonno: il risultato sarà che la faringe tende a chiudersi in maniera incompleta (russamento cronico) o completa (sindrome delle apnee ostruttive) in seguito alla pressione negativa generata dagli atti inspiratori. Nel soggetto obeso l’apnea ostruttiva è favorita dal deposito di grasso attorno alle pareti faringee.

 

Fattori che influenzano il calibro

 

fattori anatomici