CHIRURGIA VELO-FARINGEA

FARINGOPLASTICA LATERALE

Nella nostra pratica clinica, per le motivazioni già esplicate in precedenza, la classica uvulopalatofaringoplastica, nelle sue differenti varianti, non viene più eseguitaed è stata sostituita dalla Faringoplastica Espansiva sec.Pang (Expansion Sphincter Pharyngoplasty) da noi modificata. Questa metodica da noi definita FEP (Functional Expansion Pharyngolpasty o faringoplastica espansiva) prevede, una volta effettuata la tonsillectomia con attenta preservazione della muscolatura e mucosa dei pilastri palatini, l’isolamento del muscolo palato faringeo, la creazione di un flap muscolare a base supero-mediale) e la sua trasposizione supero-laterale attraverso un tunnel che va dall’ogiva dei pilastri in alto e lateralemente fino all’uncino pterigoideo così da ampliare il lume aereo retro palatale nel suo diametro antero-posteriore e laterale.
Tale tecnica di trasposizione superolaterale del muscolo palato-faringeo da luogo ad una linea di tensione cicatriziale che crea un ampliamento stabile del lume faringeo ed una stabilizzazione della parete laterale della faringe. Con tale tecnica si ottiene inoltre la conservazione della normale morfologia e sensibilità velare, un minor dolore post-operatorio e, in maniera ancora preliminare, risultati incoraggianti come riduzione degli indici apnoici e scomparsa della sintomatologia in pazienti OSAS severi accuratamente selezionati.

 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 

Antemprima articolo in corso di pubblicazione